Ultima goccia

18.00 

di Andrea de Franco

Una tazzina dovrebbe solo contenere del caffè, ma se si sgretola in milioni di frammenti, in polvere, che ne è della sua identità? Non potrebbe essere caffè anziché una tazzina che desidera avere solo del buon caffè? Nel viaggio alla ricerca di se stessa, la tazzina si farà macinare e mettere dentro una moka, attraverserà spazi assurdi, sospesi, luoghi ameni e rave illegali, si fonderà con altri oggetti-soggetti dell’universo fino a essere tutto o niente, fino a perdere ogni identità e ogni scopo. Ultima goccia è un trip fatto di un esistenzialismo e un umorismo lisergico che sono il vero marchio di fabbrica di uno dei fumettisti più liberi e sfrenati del panorama europeo.

COD: 9788898644865 Categorie: ,

Descrizione

Ultima goccia di Andrea de Franco

Una tazzina dovrebbe solo contenere del caffè, ma se si sgretola in milioni di frammenti, in polvere, che ne è della sua identità? Non potrebbe essere caffè anziché una tazzina che desidera avere solo del buon caffè? Nel viaggio alla ricerca di se stessa, la tazzina si farà macinare e mettere dentro una moka, attraverserà spazi assurdi, sospesi, luoghi ameni e rave illegali, si fonderà con altri oggetti-soggetti dell’universo fino a essere tutto o niente, fino a perdere ogni identità e ogni scopo. Ultima goccia è un trip fatto di un esistenzialismo e un umorismo lisergico che sono il vero marchio di fabbrica di uno dei fumettisti più liberi e sfrenati del panorama europeo.

 

Informazioni aggiuntive

Pagine

264 in bianco e nero

Tipo

Brossurato con sovracoperta

Formato

17×24 cm

Data di uscita

Novembre 2020

ISBN

9788898644865

Prezzo

18,00 €

Anteprima

Rassegna stampa

“Un divertito gioco metafisico”
Fumettologica


“Il racconto a fumetti di Andrea de Franco su una tazzina” – Intervista
Comunicaffè


“Una miscela di astrazione, filosofia esistenziale, drum machine che colano acido e caffè.”
Stay Nerd


I 10 migliori graphic novel italiani del 2020
Fumettologica


“Un sottile odore di caffè che avvolge il lettore pagina dopo pagina e che lo incatena, vignetta dopo vignetta, in una lettura magnetica e di evasione.”
Modulazioni Temporali