Officina del macello. 1917 la decimazione della Brigata Catanzaro

15.00 

di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini

Prima Guerra Mondiale. Il 1917 è il terzo anno di guerra, la realtà della trincea è chiara e atroce, molti soldati sono da tempo lontani da casa. Nel mese di giugno alla Brigata Catanzaro viene promesso un mese di riposo. Questi fanti sono contadini – molisani, calabresi, pugliesi e siciliani – figli della Questione meridionale, per la maggior parte analfabeti. Vogliono solo una pausa. Ma dopo essere arrivati da poco a Santa Maria la Longa, un piccolo paese del Friuli Venezia-Giulia, la promessa viene disattesa. Devono tornare in prima linea, a morire sul Carso, dove già erano stati impegnati a lungo. Gli uomini della Catanzaro non ci stanno. Officina del macello racconta di questo rifiuto e di come sia stato barbaramente punito. Il 16 luglio 1917, a Santa Maria La Longa un plotone di carabinieri esegue l’ordine ricevuto e procede alla decimazione della Brigata Catanzaro. Finisce così una delle più importanti rivolte scoppiate durante la Prima guerra Mondiale nell’esercito italiano.
Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini ci raccontano una pagina nera della storia italiana, nascosta tra i già tragici avvenimenti della Grande Guerra, e di come il senso di umanità e di giustizia e il Diritto non sempre progrediscano insieme e congiuntamente.
Una narrazione grafica unica, basata su una ricerca storica, documentata, che ha gettato nuova luce su questa vicenda scomoda, mai del tutto chiarita, del solo esercito che osò ricorrere alla decimazione come vero e proprio strumento aberrante di repressione dell’insubordinazione dei propri soldati. Questa ricostruzione storica a fumetti è completata da quattro saggi di Sergio Dini, Lorenzo Pasculli, Silvio Riondato, Giulia Sattolo, Massimo Vitale e Matteo Polo che completano il quadro storico e giuridico di quei tristi giorni per meglio farci comprendere questo episodio dimenticato della nostra storia.

 

COD: 9788898644070 Categorie: , ,

Informazioni aggiuntive

Pagine

128 in bianco e nero

Tipo

Brossurato

Formato

17×24 cm

Data di uscita

Novembre 2014

ISBN

9788898644070

Prezzo

15,00 €

Anteprima

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Rassegna stampa

“[…] il 16 luglio 1917 un plotone di carabinieri procede alla decimazione della Brigata Catanzaro, cioè ad uccidere un soldato ogni dieci, scelto a casa, pratica orrenda seguita soprattutto nell’esercito italiano. Così termina una delle più importanti rivolte scoppiate durante la Prima guerra Mondiale nell’esercito italiano, una pagina nera della Storia italiana, un simbolo di ingiustizia enorme, che ebbe tra i pochi testimoni Gabriele D’Annunzio, che ne rimase disgustato. In una serie di tavole essenziali e crude rivive quindi una storia da non dimenticare […]”
Liberi di Scrivere


“[…] il lavoro artistico di ricostruzione storica di Costantini e Stamboulis è un omaggio coraggioso e efficace alla memoria dei caduti dimenticati […] Un percorso di lettura ricco di spunti di riflessione sul nostro paese e sulla sua storia, che troppo spesso sembriamo dimenticarci.”
Fumettologica


L’Officina del macello: la “decimazione” nella Grande Guerra italiana raccontata da un graphic novel
Carmilla


“[…] cos’è esattamente l’Officina del Macello? È la storia di soldati fedeli che crollano davanti allo stress, troppo sangue, troppi morti. È la speranza di uomini che, per un attimo, hanno pensato di poter tornare a casa, di rivedere i loro cari, di crescere i loro figli. Ma è anche l’esecuzione sommaria di esseri umani eseguita in nome della disciplina militare.L’Officina del Macello è ovviamente la guerra, che accompagna da sempre la storia dell’uomo.”
C4 Comic

Accettando consenti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi