Naji al-Ali

Naji al-Ali è nato ad Asciagiara in Galilea in Palestina nel 1936. È il più grande vignettista palestinese mai esistito ed è uno dei più importanti artisti del mondo arabo. In venticinque anni di lavoro ha disegnato migliaia di vignette e ha pubblicato tre libri. È morto il 29 agosto 1987 a Londra, ucciso da un colpo di pistola sparato con il silenziatore, di fronte alla sede di al-Qabas International per cui lavorava. L’assassino è ancora ignoto.
Nel 1988 è stato il primo arabo e il primo vignettista a ricevere la Golden pen of freedom della FIEJ (Fédération Internationale des Éditeurs de Journaux, ora WAN IFRA), ed è stata solo la seconda volta che questo importantissimo riconoscimento è stato dato postumo. La FIEJ ha dichiarato: «C’è stato un esiguo numero di grandi vignettisti dalla fine del XVIII secolo, Naji al-Ali è senza dubbio uno di questi».
Negli ultimi anni le sue opere sono state raccolte in diversi libri pubblicati in tutto il mondo: in Europa, Stati Uniti, Giappone, Corea, Brasile e in tutto il Medio Oriente.

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi